ODORE DI AUTUNNO – Libertà e arte
Libertà e arte

ODORE DI AUTUNNO


“L’autunno è un andante grazioso e malinconico che prepara mirabilmente il solenne adagio dell’inverno” - George Sand

 

Primo giorno d’Autunno. Piove. Ho ancora impresso sulla pelle il passaggio dell’ardente sole estivo e il fresco sollievo dell’acqua di mare. L’estate si è calmata ed ha zittito il suo allegro frastuono cedendo la parola al suo compagno Autunno. Ma lui è di poche parole, ama il silenzio, il calore di casa, la tregua, la riflessione.
L’Estate, tanto anelata e necessaria ci ubriaca e stordisce colmandoci di suoni, luci ed emozioni. L’Autunno non vuole renderci nostalgici ma regalarci quello che la natura ha previsto per noi, un momento di pausa, di riprendere fiato, di pacatezza dopo il grande turbinio, per prepararci e trasportarci delicatamente verso il dolce letargo invernale.
L’Autunno è calmo, un po’ malinconico e grigio ma non triste, è allegro e vivo. Le sue piante, contrariamente alle colleghe primaverili, fioriscono proprio ora. Le sue temperature sono clementi, mai rigide.
Purtroppo l’Autunno è un anziano Signore un po’ distratto e capita sovente che annaffi copiosamente il pianeta con tutti i suoi abitanti; ma sa farsi perdonare perché non manca mai di estasiarci davanti alla bellezza dei suoi boschi infuocati da un tripudio di accesi colori e davanti allo spettacolo dei paesaggi dipinti con mille sfumature cromatiche.
LeA

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *