La femminilità secondo Felix Mas – Libertà e arte
Libertà e arte

La femminilità secondo Felix Mas

Nei suoi dipinti, Felix Mas (Spagna, 1935) si dedica da anni all’immagine della donna, ispirandosi e mescolando tematiche e culture di vari paesi, in particolare il Giappone, l’Egitto e la Grecia, per esaltare la bellezza e la grazia femminile.

Felix-Mas-8-libertaearte

Felix-Mas-2-libertaearte

Felix-Mas-6-libertaearte

Felix-Mas-13-libertaearte

Felix-Mas-11-libertaearte

Con elementi simbolici e fantastici, Mas cerca di catturare l’anima della donna e tradurla su tela con superbe armonie decorative e cromatiche, prestando molta cura e attenzione agli abiti e agli accessori, utilizzando colori unici, alcuni dei quali creati da lui con pigmenti naturali.

Le modelle sono eteree, estremamente signorili e la femminilità secondo Felix Mas è sicuramente sinonimo di grazia, eleganza e raffinatezza.

Felix-Mas-9-libertaearte

Felix-Mas-7-libertaearte

Felix-Mas-14-libertaearte

Felix-Mas-4-libertaearte

Felix-Mas-5-libertaearte

Nato a Barcellona, il pittore spagnolo completa i suoi studi artistici e si arruola nell’esercito fino al 1957; l’artista inizia quindi la sua lunga e proficua carriera come pittore, illustratore e fumettista che lo porta a dipingere ed esporre in Spagna e contemporaneamente a lavorare come illustratore e fumettista per un’Agenzia d’Arte spagnola, in Scandinavia e per la prestigiosa Compagnia americana Warren Publishing.

Nel 1974, in occasione della sua prima mostra personale organizzata in Venezuela, Mas decide di trasferirsi a Caracas, dove vivrà per sei anni, interrompendo da allora il suo lavoro di fumettista per dedicarsi completamente alla pittura.

L’artista si trasferisce quindi in Florida dove prosegue la sua brillante carriera, esponendo di nuovo anche in Spagna e dividendosi tra Europa e Stati Uniti.

LeA

Felix-Mas-1-libertaearte

Felix-Mas-3-libertaearte

Felix-Mas-10-libertaearteFonti
lambiek.net/artists
en.wikipedia.org
bitcoingallery.com
https://www.facebook.com/TheArtofFelixMas/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi gli articoli via email