Tag: scultura


Affresco della sale delle feste - Museo di Capodimonte Articoli - Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Nella prima parte dell’articolo (I Tesori Farnesi e gli appartamenti reali di Capodimonte -1a parte) ho parlato della principale Collezione del Museo di Capodimonte, la preziosa Collezione Farnese ma non meno d’impatto sono gli ambienti degli Appartamenti Reali, ricchi anch’essi di opere d’arte. Nato, lo ricordo, nel 1738 per volere di Carlo di Borbone, re di Napoli ad esclusivo uso museale per conservare ed esporre l’immenso Patrimonio Artistico dei Farnese ereditato dalla madre Elisabetta, il Palazzo...

Leggi di più


Ebe, la divina scultura di Canova Articoli - Attualità - Arte- Informazione - Cultura

La dea Ebe, personificazione dell’eterna giovinezza era figlia di Zeus e di Era, ancella e coppiera degli dei dell’Olimpo, addetta a servire da bere ai commensali durante i banchetti. La giovane fanciulla fu rappresentata da Antonio Canova (1757-1822) in quattro sculture diverse, dal 1796 al 1817, opere che oggi sono conservate la prima, in ordine cronologico di realizzazione a Berlino, la seconda al Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo, la terza nel Regno Unito e la...

Leggi di più


Marc Chagall - Affresco sulla cupola del Teatro dell'Opera Garnier di Parigi, 1964 Articoli - Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Non so quanto Marc Chagall abbia frequentato il Teatro dell’Opéra di Parigi, situato nell’omonima famosa Piazza e chiamato dal 1989 Palais Garnier, dal norme del suo architetto. Di sicuro l’artista vi ha lavorato nel 1964 per sovrapporre all’esistente affresco del soffitto della grande Sala del Palcoscenico, un suo dipinto eseguito su un telaio rimovibile. La Sala del Teatro, rossa e oro, disegnata a ferro di cavallo secondo il modello detto “all’italiana” è di notevoli dimensioni:...

Leggi di più


Lo strano destino dell’Uomo della pioggia di Folon Articoli - Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Tra le numerose opere di Jean-Michel Folon, illustratore, pittore e scultore belga morto nel 2005, c’è la scultura in bronzo alta 3 metri “L’Uomo della pioggia” (titolo originale “La Pluie”) donata dall’artista alla città di Firenze nel 2002. Si tratta di uno dei suoi famosi “omini” con cappotto e cappello che tiene in mano il manico di un ombrello dal quale esce un getto d’acqua, prendendo la forma delle falde dell’ombrello stesso e formando una suggestiva...

Leggi di più


Galileo Chini (Firenze, 1873-1956) – Cromolitografia “Premiata Manifattura L’Arte della Ceramica”, 1899 – Museo Nazionale Collezione Salce, Treviso Articoli - Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Lo stile Liberty, chiamato così in Italia ma anche Art Nouveau, Modern style o Jugendstil in altri paesi, è un movimento artistico che per più di cento anni ha esercitato un forte potere seduttivo grazie al fascino di opere provenienti da ogni settore dell’arte: pittura, scultura, incisione, architettura, ceramica, decorazione, illustrazione e manifesti. Trecento di questi capolavori sono attualmente esposti a Reggio Emilia e la prevista data di chiusura del 14 febbraio è stata prorogata...

Leggi di più


L’Arte presepiale napoletana Articoli - Attualità - Arte- Informazione - Cultura

L’epifania, oltre ad essere, in alcuni Paesi del mondo, una festa civile, è soprattutto una festa religiosa cristiana che ricorda la manifestazione di Gesù ai Re Magi (epifania in greco antico significa appunto manifestazione, apparizione) e l’adorazione dei tre Sommi Astronomi al cospetto del Bambino, “Re dei Giudei”. L’arrivo dei Magi a Betlemme, seguendo la Stella Cometa è un racconto evangelico controverso ma che da sempre ha ispirato molti artisti, in particolare nelle rappresentazioni della...

Leggi di più


Memorie,1889 - Pastelli su carta, marouflé su tela - 127×200 - Musées Royaux des Beaux-Arts de Belgique, Bruxelles. Articoli - Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Esponente di spicco del panorama artistico di fine ‘800 ed inizio ‘900, Fernand Khnopff fu uno dei membri fondatori del Gruppo “Les XX” (I Venti), del quale ho parlato la settimana scorsa col pittore Georges Lemmen (Georges Lemmen, pittore belga puntinista e post-impressionista). Nato in Belgio nel 1858, pittore, disegnatore, scultore e fotografo, Fernand Khnopff apparteneva all’alta borghesia belga; studiò all’Académie Royale des Beaux-Arts di Bruxelles e fu, in Patria, uno degli ispiratori del movimento...

Leggi di più


Scolpire le uova: la particolare Arte di Emil Catalin Pascar Articoli - Artisti che conosco

“Mi affascina l’incontro tra l’uovo e il diamante. Il piacere di sentire tra le mie mani la fragilità dell’uovo e la forza della fresa diamantata che distrugge per permettere la creazione” (Emil Catalin Pascar). L’incisione e la decorazione delle uova è una forma artistica particolare, di grande pregio e valore. E’ un’arte artigianale ancora poco praticata e conosciuta in Italia ma molto diffusa all’estero, in particolare negli Stati Uniti, nell’Europa dell’Est, in Russia ed in Cina....

Leggi di più


Senza titolo, 1953 Articoli - Attualità - Arte- Informazione - Cultura

L’isola è Lanzarote, nell’arcipelago delle Canarie, l’Artista è César Manrique (1919-1992), talento multidisciplinare, pittore, scultore, architetto, disegnatore urbanistico e paesaggistico, uno dei pionieri dell’arte astratta in Spagna e dell’ecologismo, grande conservatore del patrimonio artistico. Anche se egli amava dire : “prima di tutto mi considero un pittore”, non si può immaginare Lanzarote com’è oggi, isola incontaminata, accogliente e culturalmente molto interessante senza César Manrique; l’ho potuto constatare con i miei occhi nell’agosto 2014 quando vi...

Leggi di più


John Singer Sargent - Le Danaidi, 1922-25 – olio su tela - 335,28 × 632,46 cm - Museum of Fine Arts, Boston Articoli - Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Le “Danzatrici” sono cinque splendide statue muliebri in bronzo provenienti dagli scavi di Villa dei Papiri ad Ercolano e conservate al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.   Le cinque giovani donne, dell’altezza di un metro e mezzo circa furono definite inizialmente “Danzatrici”, reinterpretate come “Portatrici d’acqua”, in seguito comprese come “Danaidi” ed oggi indicate più semplicemente come “Peplophorai” (Peplofore), cioè “Portatrici del peplo”, il tipico indumento dell’antica Grecia. Anche se come danzatrici sarebbero affascinanti, preferisco...

Leggi di più



Pagina 1 di 3123