Articoli / Attualità - Arte- Informazione - Cultura / Iperrealismo fotografico / PITTURA XX° e XXI° secolo

Quattro artisti, Helen Simmonds, David Gray, Jean-Pierre Bédarrides e Evgeniy Lushpin, quattro personalità ben distinte ma con lo stesso amore per le nature morte, dalle forme, ambientazioni e colori diversi, ma tutte realizzate in uno stile moderno, iperrealista, pulito e di grande effetto, nel loro elegante minimalismo.

Helen-Simmonds-4-libertaearte

Helen Simmonds

David-Gray-1-libertaearte

David Gray

Jean-pierre-bédarrides-6-libertaearte

Jean-Pierre Bédarrides

Eugeny-Lushpin-2-libertaearte

Eugeny Lushpin

Per quanto riguarda la scelta degli oggetti da rappresentare, la Simmonds, David Gray e Bédarrides hanno in comune la predilezione per gli oggetti di un tempo: brocche in latta e rame, bottiglie, tazze in porcellana spesso giapponesi, a ricordare forse quel “giapponismo” in auge fra gli artisti, a cavallo tra fine’800 e inizio ‘900; e poi i tanti agrumi, le uova di Grey e della Simmonds, altri frutti e fiori.

Evgeniy Lushpin si discosta dai suoi colleghi nel preferire elementi geometrici, oggetti da laboratorio e solo talvolta bottiglie o piccole pentole che riportano al quotidiano. Nei suoi dipinti non si vedono fiori o frutta ma conchiglie e componenti simboliche come una corda, un piccolo sasso e delle sfere lucide che si ritrovano anche in alcune opere di Jean-Pierre Bédarrides.

LE SFERE DEI DUE ARTISTI

UOVA,  AGRUMI, BROCCHE e GIAPPONISMO

Helen-Simmonds-3-libertaearte

Helen Simmonds

David-Gray-5-libertaearte

David Gray

Jean-pierre-bédarrides-2-libertaearte

Jean-Pierre Bédarrides

Helen-Simmonds-1-libertaearte

Helen Simmonds

Jean-pierre-bédarrides-3-libertaearte

Jean-Pierre Bédarrides

David-Gray-10-libertaearte

David Gray

Helen Simmonds è nata nel 1962 nel Regno Unito dove vive e lavora. Ha conseguito una laurea in scultura artistica e questa sua formazione iniziale ha sempre influenzato in modo significativo il suo modo di dipingere.
Helen si dedica alla pittura dal 2001 creando nature morte con oggetti trovati nei mercati locali o nei negozi di antiquariato. Nelle sue opere prevale il bianco latte interrotto solo da qualche sapiente tocco di colore dato da un frutto, un fiore o una tazza.
La pittrice dice di essere attratta dagli oggetti e dalla loro interazione con gli altri elementi presenti: la luce, solo quella naturale, il colore, le forme, gli spazi e le ombre; durante la realizzazione di un dipinto Helen sposta continuamente gli oggetti fino a trovare il giusto equilibrio tra tutte queste componenti.

Helen-Simmonds-10-libertaearte

Helen Simmonds

Helen-Simmonds-6-libertaearte

Helen Simmonds

David Gray, statunitense, pluripremiato in tutti gli Stati Uniti e all’estero, dipinge ritratti e nature morte rifacendosi in modo sublime, nei colori e nell’ambientazione ai grandi maestri olandesi del passato. I collezionisti che acquistano le sue opere spesso riferiscono che la sua pittura evoca un senso di pace, di calma e uno stato d’animo contemplativo.

David-Gray-2-libertaearte

David Gray

Jean-Pierre Bédarrides (nome d’arte Bénézit) è un pittore francese di fama internazionale, nato nel 1954 ad Aix-en-Provence. Il disegno e il colore lo attraggono fin da piccolo; inizia la sua carriera professionale come pubblicista e disegnatore tecnico ma nel frattempo dipinge: paesaggi, scene di vita e nature morte ad acquerello, opere che riscuotono un notevole successo grazie al quale, dal 1987 Bédarrides si può dedicare interamente alla pittura.
Predilige le nature morte e realizza ad olio, con grande cura ed attenzione per i dettagli, opere affascinanti circondate da una calda luce che dà vita e movimento all’insieme.

Jean-pierre-bédarrides-1-libertaearte

Jean-Pierre Bédarrides

Jean-pierre-bédarrides-5-libertaearte

Jean-Pierre Bédarrides

Evgeniy Lushpin, nato a Mosca nel 1966 è sicuramente da annoverare tra le avanguardie artistiche del suo Paese ed è considerato un maestro nella raffigurazione realistica. Anche se l’artista russo è conosciuto soprattutto per i suoi paesaggi, le nature morte che rappresenta sono estremamente suggestive e non sono meno ricche di significati.

Eugeny-Lushpin-3-libertaearte

Eugeny Lushpin

Eugeny-Lushpin-1-libertaearte

Eugeny Lushpin

LeA

Fonti e siti degli artisti:
http://www.davidgrayart.com/
https://lushpin.com/
http://www.bedarrides.net/
https://www.jonathancooper.co.uk/artists/43-helen-simmonds/works/


Commenti

  1. Rita Carrodano Dice: dicembre 20, 2017 at 6:30 pm

    Salve…bellissime nature morte iperealiste,,,
    Tanto di cappello per una tecnica stupefacente, ma non mi emozionano un gran che.
    Vedo con un un pò di rammarico che torniamo all’iperealismo dei primi anni del novecento, soprattutto ai tempi del fascismo italiano.( Ritorno all’ordine)
    Questo la dice lunga sui tempi che andiamo attraversando.
    Ma come si dice oggi, ci sono tutte le tendenze contemporaneamente…

    • Buongiorno Rita! Grazie per aver scritto. Anch’io trovo queste opere stupefacenti ma, contrariamente a te le ritengo anche capaci di emozionarmi, se non altro per lo stupore e la meraviglia che generano; è senz’altro un’emozione diversa da quella che provo ammirando un dipinto impressionista, ma mi attraggono comunque molto, chi piuù, chi meno, dipende dall’artista. Per quanto riguarda il ritorno all’iperrealismo dei tempi del fascismo, non penso che c’entri molto. Questi sono tutti artisti degli anni ’60, proveninti da tutto il mondo e come loro ce ne sono molti altri. Sono anni che hanno sviluppato e acquisito questa tecnica, non è un movimento legato alle tendenze attuali. Per farti altri esempi, ti segnalo qui sotto due link a due altri articoli che ho scritto a proposito della pittura iperrealista o realismo fotografico. Un caro sdaluto e tanti auguri di buone Feste.
      http://www.libertaearte.com/quando-larte-inganna-dialogo-tra-pittura-e-fotografia/
      http://www.libertaearte.com/solo-far-sognare/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *