Articoli / Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Talvolta sento fuori luogo scrivere di Arte mentre i fatti di Attualità sono sempre più tragici e richiamano, richiedono tutta la nostra attenzione.

Quotidianamente mi sento Charlie, Bruxelles, il Kenya e Orlando, mi sento le donne  e i bambini violati nel corpo e nella mente, gli annegati, gli affamati e chiunque venga umiliato, aggredito o bandito.

Ma i due mondi:
quello dell’Arte: fantastico, intriso di bellezza, spesso dolce rifugio,
e quello dell’Attualità: reale, razionale, crudo, insistente, soffocante.
spesso si incontrano e si abbracciano, solidali nel sensibilizzare e nel comunicare gli stessi messaggi.

Perciò prendo in prestito l’Arte e la Letteratura per combattere nausea e angoscia.
Prendo in prestito Arte e Letteratura perché mi aiutino ad emozionare, a fare breccia e a far riflettere.

Il diverso non è contro natura
“Noi chiamiamo contro natura quello che avviene contro la consuetudine; non c’è niente se non secondo essa, qualunque cosa sia. Che questa ragione universale e naturale cacci da noi l’errore e lo stupore che ci arreca la novità” – Michel de Montaigne (1533-1592) scrittore, aforista e filosofo francese.

Joseph-Granie-the-Kiss-1900-arte-pittura-www.libertaearte.com

Joseph Granie – Il Bacio, 1900 – olio su tela – 75 x 90 – collezione privata

Montaigne analizzò la condizione umana e la quotidianità con un’introspezione sincera e libera da pregiudizi, al fine di togliere le maschere e gli artifici per rivelare il vero sé, condannare le dottrine troppo rigide e le certezze cieche, tendere a verità e libertà. Questo nel 1500, e nel 2016 a che punto siamo? Soprattutto nel considerare cos’è o non è contro natura. La sua apertura mentale è sconcertante rispetto ad alcune chiusure odierne.

Klimt-The-Girlfriends-arte-pittura-www.libertaearte.com

Gustav Klimt – Le Fidanzate, 1916 – olio su tela – 99 x 99 – opera incendiata nel 1945

Un’unica razza, quella umana
“Si sogna un mondo in cui tutti questi tipi di opposizione alla fine scompariranno, e dove un essere sarà in grado di vivere e di prosperare in un’armoniosa sintesi, in cui tutto esprime il meglio della razza umana, unendo concezione ed esecuzione, visione e creazione in una singola coscienza e azione.” – Jean Jacques Rousseau – Fonte non certa

Questi dipinti sono del pittore messicano Miguel Cabrera (1695-1768) e fanno parte della “Pintura de Castas”, un genere artistico sorto in America Latina, soprattutto in Messico, durante il 18° secolo.
Tramite la rappresentazione di famiglie multirazziali che andavano formandosi all’epoca, si volle esaltare la straordinaria varietà delle combinazioni genetiche dell’ampia famiglia umana. Sono passati secoli ma per molti Europei e Nord Americani questo concetto è ancora oscuro.

Donne cancellate

Piera-Ingargiola-donna-in-colore-2015-www.libertaearte.com

Piera Ingargiola – dalla personale “Donna-in colore” 2015 – Digital Art 40X40

Foto di testata: Palmitas, villaggio messicano trasformato in un unico dipinto, un grande arcobaleno per combattere la violenza locale. L’opera è stata eseguita dai “Mibe Germen Crew”, un gruppo di artisti di Street Art della capitale, chiamati per riabilitare il villaggio coinvolgendo in 2 mesi e mezzo i suoi 2 mila abitanti. (Germen Crew / blic.rs)

LeA


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *