Articoli / Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Dell’arte pittorica russa è molto noto il movimento dell’Avanguardia che grazie a celebri artisti come Chagall, Kandinsky e altri ruppe totalmente con la tradizione accademica classica e diede vita ad un importante rinnovamento artistico e culturale.

Tuttavia, questa corrente fu anticipata e “preparata” da un altro periodo: quello impressionista.

L’Impressionismo russo si sviluppò tra la fine del XIX° e l’inizio del XX° secolo, circa venti anni dopo rispetto all’impressionismo francese dal quale fu influenzato ma col quale non va confuso.
Le due correnti nascono dalla stessa idea di dipingere all’aria aperta anziché negli studi e di tradurre in pittura paesaggi e persone guardandoli attraverso la propria percezione e stato d’animo (impressione).
Tuttavia, un importante fattore li differenzia: mentre si può dire che l’impressionismo francese fu più un movimento estetico borghese, in Russia esso fu essenzialmente di carattere proletario, accessibile alle masse e di rilevanza sociale.

Paesaggisti russi come Vasil’ev, Polenov o Repin adottarono quindi il modello di pittura francese ma lo rielaborarono in modo originale, creando un orientamento autonomo, nazionale.

L’Impressionismo divenne oggetto di studio degli studenti della “Scuola di Pittura, Architettura e Scultura di Mosca” dove Polenov insegnava e dalla quale uscirono Konstantin Korovin, il più famoso esponente della corrente e Valentin Serov che insieme ad altri grandi artisti ricercarono attraverso i loro dipinti non solo la bellezza della luce e dei colori ma qualcosa di più profondo e metafisico.

Valentin-Serov-pittura-impressionismo-russo-Ragazza-con-pesche-Ritratto-di-Vera-Mamontova-1887-www.libertaearte.com

Valentin Serov – Ragazza con pesche-Ritratto di Vera Mamontova, 1887

La tradizione impressionista, in Russia è proseguita per numerosi anni ed ha avuto col tempo una complessa evoluzione che ha raggiunto il suo apice tra il 1950 e il 1970, attraversando il realismo socialista e proseguendo fino ai nostri giorni con artisti moderni come Alexander Averin (1952), Leonid Afremov (1955) o Vladimir Volegov (1957).

IL MUSEO

E’ prevista per fine Maggio a Mosca l’apertura al pubblico di un nuovo museo di rilevanza internazionale, il “Museo dell’Impressionismo Russo”.

E’ un museo privato, fondato da Boris Mints, ricco imprenditore e filantropo moscovita, appassionato d’arte che per 10 anni ha collezionato dipinti relativi alla fine del XIX° e l’inizio del XX° secolo, riportandone numerosi in Patria e permettendo così di far conoscere al mondo opere di questa corrente artistica rimasta pressoché sconosciuta.

La collezione permanente ospita 70 dipinti di artisti russi ed è allestita in un complesso museale di 3.000 mq che si sviluppa su tre piani ed è stato ricavato da un ex fabbrica di dolciumi.
La struttura comprende anche uno spazio multimediale all’avanguardia in cui sarà possibile vedere il processo di creazione dei dipinti, un centro di ricerca e restauro che si occuperà degli interventi di conservazione necessari alla collezione, due sale per mostre temporanee nonché dei laboratori didattici.

LeA

Altri esempi nel corso del tempo

Boris__Kustodiev_pittura-impressionismo-russo-Sul-Volga_1906-www.libertaearte.com

Boris Kustodiev – Sul Volga, 1906

Alcuni dei maggiori esponenti dell’impressionismo russo e successivi:

Vasilij Polenov (1844-1927)
Il’ja Efimovič Repin (1844-1930)
Konstantin Savickij (1844–1905)
Fëdor Vasil´ev (1850-1873)
Konstantin Korovin (1861–1931)
Tit Dvornikov (1862-1922)
Valentin Serov (1865-1911)
Nikolay Bogdanov-Belsky (1868–1945)
Igor’ Grabar’ (1871 –1960)
Pëtr Končalovskij (1876-1956)
Boris Kustodiev (1878 –1927)
Sergej Gerasimov ( 1885 – 1964)
Arkady Plastov (1893-1972)
Alexander Samokhvalov (1894 – 1971)
Yuri Pimenov (1903-1977)
Dmitrij Nalbandjan (1906-1993)
Yuri Kugach (1917-2013)
Andrei Mylnikov (1919-2012)
Akhmed Kitaev (1925-1996)
Alexander Averin (1952)
Leonid Afremov (1955)
Vladimir Volegov (1957)
Andrei Belichenko e Maria Boohtiyarova (1974)

Fonti:
www.vogue.ru
lenta.ru/news
www.asrtlife.com
www.lettera43.it
www.cambiaste.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *