Articoli / Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Ne ho già citato un passaggio nell’articolo LASCIARE ANDARE  e non posso esimermi dal parlarvi di questo libro, che ho da poco finito di leggere.

Non è recente, è stato scritto nel 2009 e penso che molti di voi lo conosceranno già, ma concedetemi la soddisfazione di esternare tutto il mio apprezzamento davanti a questo romanzo travolgente e davanti alla sua autrice Elif Shafak.

Quattrocentotrentacinque pagine di atmosfera magica, reale e surreale, odierna e antica che avrei voluto non finissero mai. Due storie parallele, che s’incontrano e si fondono in un unico dolcissimo, intenso pensiero al centro del quale ci sono l’amore, i rapporti umani, la spiritualità e la religione; un pensiero rispettoso, tollerante, che incita ad interrogarsi e a migliorarsi, mai a lasciarsi vivere.

Due mondi lontani e diversi, l’America e la Turchia che si trovano, si intrecciano e generano vita, rinnovamento, passione, anche se a costo di sofferenze e tormenti. Quasi a significare che siamo tutti uguali al di là delle razze, religioni, usi e costumi ma che il raggiungimento di una pacifica convivenza necessita volontà, coraggio e dolore.

Il giorno ho sempre aspettato con gioia l’arrivo del piccolo momento serale ritagliato per la lettura: la trama e gli insegnamenti da cogliere, certo, ma soprattutto le parole sapientemente accostate, la bellezza delle frasi e la ricchezza di sentimenti mi aspettavano come una ricompensa.

Leggendo mi sono ritrovata ad “assaporare” ogni parola, scorrendole lentamente e metabolizzandole una ad una, rileggendole e provando gioia nello scoprire “bellezza”.

E’ stato come se, ad occhi chiusi, gustassi del buon cibo, poco per volta, piano, cercando di sentirne a lungo il sapore, lasciandomi avvolgere e rinnovando il piacere ad ogni boccone.

Raramente un libro mi ha procurato una così intensa soddisfazione e appagamento nell’anima.

Non mancherà l’occasione di riparlare e di approfondirne magari alcuni aspetti.

LeA

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *