Articoli / Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Ancora Frida, ma mai la stessa. Magdalena Carmen Frida Kahlo Calderón non finirà mai di stupire.

I dipinti più celebri di Frida Kahlo sono i suoi autoritratti, con i quali ha trasmesso una certa visione di sé e della sua arte. Essi sono molto crudi, angoscianti, inquietanti e talvolta anche macabri ma rappresentano solo la realtà più dolorosa dell’artista, il suo lato oscuro, quello del suo corpo martoriato.

Frida esprime il suo calvario, il suo senso d’impotenza e tanta rabbia che sente, a mio parere, solo nei confronti di se stessa e di quel suo “involucro difettoso” che sulle tele lei torna a violentare e straziare più che mai, come se continuando ad infliggersi il “male” ed il “brutto” potesse espiare una colpa od esaurire alla fine la sua profonda sofferenza.

Frida maledice, sì il suo corpo ma non la vita, lei ama la vita e le persone che la circondano, ama il mondo e la natura.
Frida è vitale, allegra, ironica e questo suo lato luminoso, meno conosciuto del precedente, viene rivelato attraverso una serie di gioiose nature morte, che a me piace chiamare “vive”.

Con il suo stile un po’ naïf, la pittrice ci ha regalato fiori e frutti maturi, pieni di sole e dai colori accesi che danno calore e fanno pensare ad un giorno di festa.

Frida-kahlo-12-libertaearte

frida-kahlo-naturaleza-viva-libertaearte

Natura viva, 1952

Frida-kahlo-viva-la-vida-angurie-libertaearte

Frida Kahlo – Viva la vita, angurie, 1954 – Olio su fibra dura – 59.5 x 50.8 cm – Museo Frida Kahlo, Città del Messico – Ultimo dipinto di Frida, completato otto giorni prima di morire

Frida-Kahlo-ancora-la-vita-con-pappagallo-libertaearte

Ancora la vita, con pappagallo

Frida-Kahlo-Magnolie-libertaearte

Magnolie

frida-kahlo-natura-morta-con-bandiera-2-libertaearte

Natura morta con bandiera, 1952-54 ca – Olio su fibra dura – 38 x 58 cm

Frida-Kahlo-noci-di-cocco-libertaearte

Noci di cocco, 1951 – 25 x 34 cm

Frida-Kahlo-Frutta-della-vita-libertaearte

Frutta della vita, 1953 – Olio su fibra dura – 47 x 62 cm – Collezione privata, Città del Messico,

Non da meno sono i ritratti che Frida ha realizzato ai membri della sua famiglia, ad amici e conoscenti, dai quali si percepisce tanta dolcezza, tenerezza e affetto.

Frida-Kahlo-ritratto-di-mia-sorella-Cristina-libertaearte

Frida Kahlo – Ritratto di mia sorella Cristina, 1928 – olio su legno – Collezione privata

frida-kahlo-ritratto-di-mio-padre-libertaearte

Frida Kahlo – Ritratto di mio padre, 1951

Frida-Kahlo-due-donne-libertaearte

Due Donne

Anche se di Frida si conosce già molto, penso che ci sia ancora tanto da approfondire e scoprire circa la sua arte e la sua personalità. Un’ottima opportunità per farlo viene dal Mudec (Museo delle Culture) di Milano che dal 1° febbraio al 3 Giugno 2018 ospiterà la mostra “Frida Kahlo. Oltre il mito” con opere mai esposte in Italia e documenti inediti, per una nuova e più autentica chiave di lettura dell’artista, al di là delle leggende che la circondano, attraverso cinque sezioni: Politica, Donna, Violenza, Natura e Morte.

http://www.mudec.it/ita/frida/

Infine, permettetemi: spesso sento dire che Frida era brutta; ebbene a me non sembra proprio, la trovo di una bellezza fiera, potente ma anche aggraziata e raffinata … con o senza “baffetti”… guardate queste foto!

Frida-kahlo-2-libertaearte

Frida-kahlo-6-libertaearte

Frida-kahlo-8-libertaearte

frida-kalho-NickolasMuray_libetaearte

LeA

Fonti:
mentelocale.it
it.wahooart.com
nanopress.it
designmag.it
larottaperitaca.wordpress.com
rebloggy.com
caffetteriadellemore.forumcommunity.net

Commenti

  1. Complimenti per il Blog .
    Trovo interessante e affascinante l arte, e l artista Frida … e da pochi anni che so della sua esistenza, e della sua Arte. Grazie quando ho tempo ci rientro volentieri

    • Ciao Angela, grazie per aver scritto e per i tuoi complimenti. Sono anch’io affascinata dall’arte e sono felice di condividerla con le persone in tutta la sua bellezza e nella speranza di regalare attimi di piacere. In questo le tue parole mi danno gioia e conforto. Per quanto riguarda Frida Kahlo, scrissi un altro articolo l’anno scorso, ecco il link: http://www.libertaearte.com/omaggio-a-frida/
      Buona giornata e a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *