Articoli / Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Splendenti composizioni di fiori, frutti e oggetti dei più vari: sono queste le opere che resero famoso ed apprezzato Eugène Henri Cauchois (1850-1911), pittore francese che diventò, con il suo stile fortemente influenzato dall’impressionismo, uno dei maggiori esponenti dell’Ecole fleuriste francese della seconda metà dell’Ottocento.

Eugene-Henri-Cauchois-13-libertaearte

Eugene-Henri-Cauchois-7-libertaearte

Eugene-Henri-Cauchois-10-libertaearte

Eugene-Henri-Cauchois-28-libertaearte

Eugene-Henri-Cauchois-27-libertaearte

Eugene-Henri-Cauchois-18-libertaearte

Eugene-Henri-Cauchois-15-libertaearte

Cauchois proveniva dall’Accademia delle Belle Arti di Parigi e all’inizio della sua carriera si rifece e sostenne il Romanticismo per poi evolvere e cambiare stile, seguendo l’impulso dell’epoca di sperimentare nuove formule compositive.

Oltre alle nature morte floreali, Cauchois presentò dal 1874 al 1908 a tutti i Salons di Parigi dipinti paesaggistici, marine, scorci cittadini, animali ed altro, riscuotendo un grande successo di critica, numerosi premi e riconoscimenti, tanto che negli ultimi anni egli venne ammesso al concorso automaticamente.
Anche a Bruxelles, dove abitò per qualche anno, l’artista francese si cimentò nei paesaggi e nelle rappresentazioni di vita quotidiana.

Purtroppo gran parte di queste sue opere non sono ancora state localizzate e ritrovate, contrariamente ai numerosi dipinti con fiori e frutta (visibili anche nei musei di Rouen e di Louvain, in Belgio), che pertanto rappresentano e contraddistinguono tutt’oggi l’opera di Eugène Henri Cauchois nel panorama artistico.
E furono queste stesse nature morte che, malgrado i tanti riconoscimenti ottenuti alle mostre e ai concorsi con la produzione di paesaggi o altri temi, resero Cauchois noto al pubblico, popolare e seguito dai collezionisti del suo tempo.

Si tratta di romantici trionfi di fiori, rappresentati in giardini o in interni, accompagnati da frutta e oggetti che denotano, oltre all’influenza impressionista un evidente interesse dell’artista per l’arte giapponese, quel giapponismo o japonisme che andava di gran moda all’epoca.

Eugene-Henri-Cauchois-29-libertaearte

Eugene-Henri-Cauchois-24-libertaearte

Eugene-Henri-Cauchois-16-libertaearte

Eugene-Henri-Cauchois-11-libertaearte

Eugene-Henri-Cauchois-17-libertaearte

Eugene-Henri-Cauchois-25-libertaearte

Eugene-Henri-Cauchois-19-libertaearte

Sono dipinti dalle pennellate fluide, dai colori brillanti e vivaci, circondati da una grande luminosità che entusiasmarono molte persone e valsero all’artista anche diverse commissioni per lavori di grandi dimensioni, come quello di quattro pannelli decorativi che rappresentano i fiori delle quattro stagioni.

eugene-henri-cauchois-the-four-seasons-libertaearte

Cauchois continuò a dipingere fino alla sua morte, avvenuta a Parigi nel 1911.

LeA

Fonti:
rehs.com
tuttartpitturasculturapoesiamusica.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *