Articoli / Attualità - Arte- Informazione - Cultura

John Bramblitt, statunitense di Denton, in Texas è un pittore che non vede i colori, ma li sente.
Nato nel 1971, appassionato d’arte, futuro insegnante di scrittura creativa, viene colpito nel 2001 dal morbo di Lyme ed in seguito ad un attacco epilettico perde la vista definitivamente; la sua viene definita una “cecità funzionale” che gli consente solo di percepire le varie sfumature di luci ed ombre.
I sogni di John s’infrangono, cade in una profonda depressione, al punto di non riuscire più a relazionarsi con nessuno.
Unica a rimanere intatta è la sua passione per l’arte ed è proprio lei a scuoterlo e a fargli scoprire la pittura.

john_bramblitt__2010-libertaearte

John Brambitt nel 2010

john-bramblitt-14-libertaearte

Grazie all’arte, col tempo Bramblitt riacquista fiducia in sé stesso, di conseguenza riallaccia le relazioni col mondo e ritrova la gioia di vivere, sconfiggendo rabbia e dolore.
“Dentro ognuno di noi c’è un artista che ha solamente bisogno di essere aiutato a venir fuori” (John Bramblitt).

Con grande forza di volontà John impara a distinguere le vernici colorate attraverso il tatto, sentendo cioè con le dita le loro diverse trame.
”Ogni colore ha una trama diversa: il nero è liscio e fluido, il bianco è denso e corposo e le tonalità di mezzo derivano dalla combinazione delle varie densità” (John Bramblitt).

john-bramblitt-11-libertaearte

john-bramblitt-17-libertaearte

 

john-bramblitt-4-libertaearte

John sente dunque i colori attraverso una particolare visualizzazione tattile, la sua straordinaria sensibilità, il talento e l’abilità nel seguire le linee in rilievo sulla tela fanno il resto e gli consentono di realizzare opere che come stile e secondo il soggetto scelto, ricordano incredibilmente quelle del noto pittore bielorusso Leonid Afremov.

John Bramblitt

john-bramblitt-1-libertaearte

john-bramblitt-3-libertaearte

john-bramblitt-10-libertaearte

Leonid Afremov

L’artista spiega sul suo sito: “Il passo principale è stato la ricerca di nuovi materiali che sostituissero virtualmente le mie pupille… Tutti i miei acquerelli e le mie bottiglie hanno le scritte in Braille e quando mescolo i colori uso delle ricette; in altre parole, metto insieme alcune porzioni di ciascun colore di cui ho bisogno per ottenere la giusta tonalità… Utilizzo anche una vernice più densa, che lascia un’impronta palpabile sulla tela. Il quadro assume così l’aspetto di una scultura, che riesco a sentire al tatto… Le linee che traccio sono spesse e sporgenti in modo da delimitare gli spazi nei quali stenderò il colore [ed essendo queste linee] in rilievo mi permettono di capire come sto disegnando sulla tela”.

Il colore, tanto colore nei dipinti di John, per annientare il buio dei suoi occhi ! Colori accesi, luminosi, intensi che attraggono e coinvolgono le persone in un turbinio di gioia e allegria.

john-bramblitt-31-libertaearte

john-bramblitt-29-libertaearte

john-bramblitt-19-libertaearte

john-bramblitt-8-libertaearte

john-bramblitt-30-libertaearte

Davanti alla tela bianca John fa appello ai tanti ricordi per realizzare immagini che richiamano alla natura e al Texas, la terra in cui è nato; egli spazia con la sua immaginazione nel mondo della musica e creando ritratti di persone note ma persino di persone mai viste, come sua moglie e suo figlio.

 

john-bramblitt-28-libertaearte

john-bramblitt-15-libertaearte

 

Le opere di John Brambitt sono ormai note in tutto il mondo e sono state vendute in oltre trenta paesi; il suo lavoro ha ricevuto molti riconoscimenti ed è apparso sulle copertine di numerose riviste.

Veramente ammirevole quest’artista che è stato in grado di ritrovarsi, di approcciarsi ad una disciplina apparentemente impossibile per lui e di mettere a punto addirittura una tecnica grafica consona alle persone non vedenti, una tecnica ormai notoriamente diffusa con il nome di “Stile Bramblitt“;
ma non solo, egli si dedica ai bambini non vedenti e gli insegna a dipingere, infondendo loro, attraverso la creatività, fiducia in sé stessi, gioia e coraggio per superare il loro handicap.

Passione, talento, forza di volontà e amore per la vita sono gli ingredienti della favolosa ricetta che dona vita all’Arte di John Brambitt.
Un’altra testimonianza del fatto che a volte, sfidando la vita e non piangendosi addosso, con energia, coraggio e determinazione si riesce a trasformare un terribile dramma, una profonda ingiustizia in qualcosa di positivo.

LeA

http://bramblitt.myshopify.com/


Commenti

  1. Andrea Becheroni Dice: dicembre 23, 2016 at 5:33 pm

    Bellissimi ! Mi scuso ,non avevo aperto era un brutto momento per me. Avevo fretta e scorrevo solo le mail! Auguri a te per un felice Natale.

    • Ciao Andrea, avevo capito, non c’è di che scusarsi ma mi sono permessa di sollecitare la tua lettura perché trovo che John Bramblitt sia d’avvero straordinario non solo dal punto di vista artistico ma anche e soprattutto umano e credo che tu sia molto sensibile a queste cose ! Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *