Articoli / Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Il mondo dell’arte è sconfinato e non si finisce mai di scoprire nuove meraviglie, neanche quelle di un singolo artista.
Non conoscevo, infatti questo meraviglioso dipinto del pittore olandese Jan Vermeer, nato e vissuto a Delft tra il 1632 e il 1675 e ormai noto a tutti per la sua “Ragazza con l’orecchino di perla” o “Ragazza col turbante”.

“L’Arte della pittura”, chiamato anche “L’Allegoria della pittura” è indubbiamente un altro grande capolavoro che Vermeer realizzò tra il 1666 ed il 1668 circa.
Si tratta di un’opera di dimensioni eccezionalmente ampie, considerata una delle preferite da Vermeer e forse una sorta di testamento spirituale dell’artista.

Jan_Vermeer_l'arte-della-pittura-libertaearte

L’Arte della pittura o L’Allegoria della pittura, 1666-1668 circa – olio su tela – 120 × 100 cm – Kunsthistorisches Museum, Vienna

La stanza è descritta come al solito con estrema cura e dovizia di particolari, in modo realistico, includendo drappi, mobili e altri oggetti appartenuti alla casa dello stesso Vermeer.
In particolare, si vede sulla parete di fondo una grande, dettagliata cartina geografica, rappresentante le diciassette Province che formavano allora i Paesi Bassi;
l’artista olandese raffigurava spesso, con grande maestria le sue carte geografiche e su questa è da notare il gioco della luce, mossa da lievi increspature e le pieghe della carta rese magistralmente.

La tenda, il lampadario, il tavolo, ogni oggetto riflette o assorbe in maniera diversa la luce, ottenendo la più accurata resa degli effetti materici.

Jan_Vermeer_l'arte-della-pittura-dettaglio-1-libertaearte

Jan Vermeer- L’Arte della pittura (dettaglio)

Jan_Vermeer_l'arte-della-pittura-dettaglio-2-libertaearte

Jan Vermeer- L’Arte della pittura (dettaglio)

Jan_Vermeer_l'arte-della-pittura-dettaglio-3-libertaearte

Jan Vermeer- L’Arte della pittura (dettaglio)

Jan_Vermeer_l'arte-della-pittura-dettaglio-4-libertaearte

Jan Vermeer- L’Arte della pittura (dettaglio)

Il pittore sta iniziando il ritratto della ragazza che porta una corona in testa; si nota infatti sulla tela ancora bianca lo schizzo della corona stessa.

Jan_Vermeer_l'arte-della-pittura-dettaglio-5-libertaearte

Jan Vermeer- L’Arte della pittura (dettaglio)

La modella, oltre alla corona di alloro, tiene un libro nella mano sinistra (simbolo della Storia) e una tromba nella destra (simbolo della Gloria): rappresenta probabilmente la musa Clio, figlia di Zeus, come molte altre volte nell’arte è stata raffigurata.

Il nome Clio ha origini greche e proviene dal verbo κλείω (cleio) che significa “rendere famoso, celebrare, glorificare”: per questo motivo fu prima la musa della poesia epica e poi della storia, generi letterari i quali, anche se con modalità diverse avevano il fine comune di narrare le grandi gesta del passato.

Jan_Vermeer_l'arte-della-pittura-dettaglio-7-libertaearte

Jan Vermeer- L’Arte della pittura (dettaglio)

Eustache_Le_Sueur_-_The_Muses_-_Clio,_Euterpe_and_Thalia_-_libertaearte

Eustache Le Sueur (Francia, 1617-1655) – Le Muse: Clio, Euterpe and Thalia, 1652-1655 – olio su tavola – 130 x 130 cm – Museo del Louvre, Parigi

Dopo la morte di Vermeer, il dipinto subì varie vicissitudini e poi scomparve fino al XIX° secolo, quando fu ritrovato in una collezione privata. Nel 1938 entrò nelle proprietà di Adolf Hitler, e solo nel 1946 passò al Kunsthistorisches Museum (Museo di Storia dell’Arte o delle Belle Arti) di Vienna, dov’è tutt’ora conservato.

LeA

Fonti:
it.wikipedia.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *