Articoli / Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Chi ha visto il mio post sulla Pagina FB di Libertà e Arte ha già avuto una brevissima anticipazione su questo pittore britannico contemporaneo.

Inizialmente sono stata attratta dagli squillanti colori di alcune sue opere, poi leggendo su di lui ho scoperto una singolare poliedricità ed una particolarità che lo distingue e caratterizza: la sorprendente contrapposizione dei due stili che indifferentemente compongono la sua arte.

 

john-lester-colori-e-movimento-2-libertaearte

john-lester-12-libertaearte

John Lester è nato e cresciuto in una famiglia di artisti ed insegnanti nel campo artistico. Lui stesso, dopo essersi laureato e seguendo le orme dei genitori ha insegnato, diretto una Scuola d’Arte, curato il Museo di Storia Naturale di Dame Miriam Rothschild ed è diventato membro della “The Hesketh Hubbard Art Society” di Londra.
Attualmente si dedica alla pittura a tempo pieno e, grande appassionato di viaggi trae spunto ed ispirazione dai Paesi che visita per realizzare le sue opere.

La sua pittura, assolutamente figurativa è partita da un approccio tradizionale a paesaggi e ritratti molto realisti, utilizzando colori luminosi ma sobri, ad olio, pastelli ed acquerelli.

Poi è nato quello che l’artista stesso chiama “Colore e Movimento”; un nuovo stile, un nuovo inizio per assecondare una ricerca ed un bisogno istintivi di maggiore libertà espressiva, fuori dai canoni tradizionali.

“C’è qualcosa in questo particolare stile che incarna la “gioia di vivere” … I colori aggiungono molto alla sensazione di allegria e rappresentano lo stile di vita che ho sempre sognato …!” John Lester

Una normale evoluzione, come avviene spesso nell’animo degli artisti, ma singolare e sbalorditiva per come è approdata e scaturita di colpo in un genere pittorico diametralmente opposto al precedente. pur conservando in sé il “figurativo” ma ampliando i temi ed i soggetti raffigurati.

“Colore e Movimento” è uno stile estremamente colorato e decorativo che ha conservato l’aspetto figurativo degli altri dipinti di Lester ma in una versione geometrica, lineare e talvolta quasi astratta.

john-lester-toscana-3-libertaearte

John Lester – Toscana

john-lester-toscana-4-libertaearte

John Lester – Toscana

john-lester-firenze-libertaearte

John Lester – Firenze

john-lester-13-libertaearte

Negli ultimi anni John si è dedicato molto a questa sua nuova serie di dipinti e gli sono state commissionate numerose opere, sia private che pubbliche, come ad esempio la Stazione Internazionale di Ashford (Kent, Regno Unito) in corso dal dicembre 2011.
Grazie alla sua Arte moderna, fresca ed ottimista, l’artista è stato chiamato a decorare questa grande e affollata stazione ferroviaria allo scopo di renderla più accogliente e ravvivare, trasmettendo allegria, le giornate dei numerosissimi passeggeri che costantemente transitano da lì.
John ha pensato di installare nell’atrio e nelle sale della stazione opere di notevoli dimensioni, cartelloni e pannelli raffiguranti viaggi, sport e musica ed altre di grandezza più contenuta per impreziosire le sale interne.

john-lester-stazione-di-ashford-4-libertaearte

John Lester – Stazione Internazionale di Ashford – Viaggio ad alta velocità da Londra a Parigi

john-lester-stazione-di-ashford-3-libertaearte

John Lester – Stazione Internazionale di Ashford – Venezia

John Lester – Stazione Internazionale di Ashford

In particolare, la sala dell’Eurostar Lounges ha ospitato un dipinto dell’antico Caffè Letterario parigino “Les Deux Magots”, del quale ho scritto qualche tempo fa (Il fascino dei Caffè Artistici parigini: Les Deux Magots).
L’opera, un luminoso, grande pastello pieno di vita è stato richiesto ed acquistato proprio da “Les Deux Magots” che l’ha trasferito nel prestigioso locale a Saint Germain-des-Prés ed ha anche ospitato, nel Gennaio del 2014 una personale dedicata alle opere di Lester.

john-lester-les-deux-magots-libertaearte

John Lester – Les Deux Magots

john-lester-mostra-les-deux-magots-2-parigi-libertaearte

John Lester – Dipinto “Les Deux Magots” nel locale parigino

Infatti, nel corso dei lavori ad Ashford, l’artista ha organizzato prima la mostra a Parigi ed in seguito, tra Ottobre 2013 e Marzo 2014 un importante evento che ha portato i suoi “Colori e Movimento” nel cuore di New York, alla mostra “Colour and Motion in Manhattan – Paris, Toscana and Venice”.

john-lester-stati-uniti-libertaearte

John Lester – Stati Uniti

A Parigi, il pittore ha esposto una serie di dipinti realizzati nel corso di diversi anni, quando volle rappresentare la “Società dei Caffè” ed i vari aspetti della capitale francese, alla quale è molto legato ed ispirato dalla sua atmosfera.

john-lester-paris-libertaearte

Primo dipinto di John Lesterdella serie dedicata ai caffè parigini. L’opera s’intitola “Paris” e mostra due amanti seduti a un tavolino di un bistrot nel Quartiere Latino.

john-lester-14-libertaearte

john-lester-mostra-les-deux-magots-parigi-libertaearte

John Lester- Mostra a Parigi a Les Deux Magots

Oggi Lester sta lavorando ad una serie di opere per una mostra ad Hanoi. In seguito a numerosi viaggi in Vietnam, egli vuole mettere a confronto immagini del passato con quelle attuali, viste attraverso gli occhi di un occidentale.

LeA

www.lesterart.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *