Articoli / Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Il ponte: mezzo di comunicazione fondamentale per congiungere luoghi altrimenti isolati ma anche simbolo indiscusso di unione e legame tra persone, razze, popoli.
Realmente o idealmente il ponte infonde sicurezza, è una “mano tesa” verso l’altra sponda, un aiuto reciproco tra due parti, affinché si possano congiungere.
Ma proprio per questa sua prerogativa di unire, il ponte, forte e maestoso può diventare vulnerabile e indifeso in quanto rappresenta, tra realtà e metafora, un pericolo per coloro che vogliono isolare e dividere, per coloro che facendone il primo bersaglio di guerra distruggono e interrompono ogni punto di contatto.

Tanti ponti hanno ispirato artisti di ogni Paese e alimentato inquietanti o romantiche leggende popolari.
Fra questi c’è il suggestivo Ponte Rakotz che si trova in Germania, a Kromlau, villaggio della Sassonia Orientale. Fu costruito nel 1860, le sue colonne ottagonali sostengono un arco assolutamente perfetto che riflesso nell’acqua forma un cerchio altrettanto impeccabile. Fu questa caratteristica di perfezione che gli valse, secondo la leggenda, il nome di “Ponte del diavolo” con cui è conosciuto ancora oggi; infatti, secondo le credenze popolari, infatti, nessuna mano umana avrebbe mai potuto costruirlo, ma allora perché non chiamarlo “Ponte dell’Angelo”? ……

caterina-de-luca-il-ponte-di-Rakotz-libertaearte

Caterina De Luca – Il ponte di Rakotz – olio su tela

Rakotz-bridge-germania-libertaearte

Il Ponte Rakotz in Germania

… O “Ponte della Luna” come hanno fatto a Taipei, capitale di Taiwan e in altri luoghi della Cina e del Giappone dove molti ponti presentano un arco a tutto tondo e dove dolci leggende raccontano che sia stata la luna stessa a piegare la pietra per potersi specchiare nell’acqua.

Moon-Bridge-Taipei-taiwan-libertaearte

Il Ponte della Luna a Taipei

In pittura i ponti sono numerosissimi e una delle più note ed incantevoli raffigurazioni è il “Ponte di Langlois” di Vincent Van Gogh. Si trattava del ponte levatoio della Réginelle ad Arles, chiamato di Langlois dal nome del vecchio guardiano che ne assicurava il funzionamento. Nel 1944, durante la Seconda Guerra Mondiale furono distrutti tutti gli undici ponti sul canale, compreso quello di Van Gogh.

Vincent_van_Gogh-pont_de_Langlois_libertaearte

Vincent van Gogh (1853-1890) – Il ponte di Langlois, 1888 – olio su tela – 59×74 cm – Museo Kröller-Müller, Otterlo, Olanda

Un altro ponte di Van Gogh, meno noto ma non per questo meno affascinante è quello eseguito a partire dal dipinto “Il ponte di Shin-Ōhashi sotto la pioggia” del pittore giapponese Utagawa Hiroshige (1797-1858).
Van Gogh fu fortemente influenzato dall’arte giapponese, molto diffusa in Occidente a partire dalla seconda metà dell’800, ma non creò mai copie fedeli ai dipinti originali, reinterpretando le opere secondo la propria sensibilità, usando colori decisamente più vivaci e, in questo caso, aggiungendo una cornice con finte scritte giapponesi che conferiscono al quadro un ulteriore tocco esotico.

vincent-van-gogh-ponte-sotto-la-pioggia-libertaearte

Vincent Van Gogh – Ponte sotto la pioggia,1887 – olio su tela – 73,3 x 53,8 cm – Van Gogh Museum Amsterdam, Olanda

utagawa-hiroshige-il-ponte-di-shin-ohashi-sotto-la-pioggia-libertaearte

Utagawa Hiroshige (1797-1858) – Il ponte di Shin-Ōhashi sotto la pioggia,1857 – inchiostro e colori su carta – 34 x 24 cm – varie collocazioni

I Ponti interrotti e i sogni infranti di René Magritte e Salvador Dalì. Due suggestive opere d’arte che esprimono in maniera magistrale la metafora del ponte che può unire o dividere, essere il mezzo per realizzare i propri sogni oppure vederli infranti, per raggiungere la libertà e la vita oppure perderle.

magritte-ponte-di-eraclito_libertaearte

René Magritte – Ponte di Eraclito, 1935

salvador_dali_the_broken_bridge_and_the_dream-libertaearte

Salvador Dalì – Il ponte rotto e il sogno, 1945

E ancora ponti di tutte le forme e colori, reali e surreali, moderni e antichi, in Oriente e Occidente.

Camille-Pissarro-Le-Pont-de-la-Clef-libertaearte

Camille Pissarro – Il Ponte della Chiave a Bruges, Belgio, 1903 – olio su tela – 46,4 × 55,2 cm – Manchester Art Gallery

umberto-lilioni-ponte-di-lecco-libertaearte

Umberto Lilloni (1898-1980) – Ponte di Lecco – post 1937 – ante 1980 – olio su tela – 95×65 cm – Musei Civici di Lecco. Museo Manzoniano

leonid-afremov-Golden-Gate-Bridge-libertaearte

Leonid Afremov – Golden Gate Bridge

Jacek-Jerko-Yerka-libertaearte

Jacek Jerko Yerka (Polonia 1952) – surrealista contemporaneo

claude-monet-Waterloo_Bridge,_London,_at_Sunset-libertaearte

Claude Monet (1840–1926) – Il ponte di Waterloo, Londra, al tramonto, 1904 – olio su tela – 65.5 x 92.7 cm – National Gallery of Art, Londra

mario-mafai-tramonto-sul-lingotevere-libertaearte

Mario Mafai (1902-1965) – Tramonto sul Lungotevere, 1929 – 52×42 cm

Federico-Romero-Bayter-Ponte-libertaearte

Federico Romero Bayter – Ponte, 2014 – olio su tela – 90×120 cm

Tre curiosità “estreme”
Il ponte più antico è il “Ponte di Kazarma” (o di Arkadiko) tra Tirinto ed Epidauro nel Peloponneso, in Grecia. Risalente all’età del bronzo (XIII secolo a.C.), è uno dei ponti ad arco più antichi ancora esistenti e in uso.

Ponte_miceneo_di_Kazarma_libertaearte

Il ponte miceneo di Arkadiko in Grecia (XIII secolo a.C.), uno dei più antichi ponti conosciuti.

Il ponte più alto del mondo è il “Ponte degli immortali”, situato nella provincia meridionale di Anhui, nella Cina orientale. E’ sospeso a centinaia di metri sopra il livello del mare e collega due speroni di roccia appartenenti alla Montagna Gialla che, secondo una delle tante leggende tramandate, sono figure tramutate in pietra per volere degli dei e diventate quindi immortali.

Huangshan-Anhui-Cina-libertaearte

Il “Ponte degli immortali” in Cina, il ponte più alto del mondo

Il primo ponte in ghisa al mondo, costruito nel 1779 presso Coalbrookdale (oggi Ironbridge), in Inghilterra.

William-Williams-ponte-in-ghisa-1780-libertaearte

William Williams, 1780 – Telford, Ironbridge Gorge Museum, Inghilterra

LeA

Fonti:
zingarate.com
repubblica.it
finestresullarte.info

Commenti

  1. Bellissimo l’articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *