Articoli / Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Numerosi sono i Caffè parigini che dalla seconda metà dell’’800 hanno ospitato nomi illustri della letteratura, dell’arte e della filosofia.

Uno di questi è il Caffè “Les Deux Magots” cioè “Le due figure cinesi”, strano nome che deriva da due statue cinesi in mostra all’interno del locale.

Nel 1812, prima di diventare un famoso punto di ritrovo per intellettuali, pittori e scrittori, Les Deux Magots era un bazar dove si vendevano oggetti provenienti da ogni parte del mondo; il bazar era ubicato nei pressi di Place Saint-Germain-des-Prés dove verrà trasferito nel 1873, diventando una mescita di liquori ma conservando al suo interno le due statue cinesi e quindi il suo inconsueto nome.

All’epoca Les Deux Magots iniziò ad essere frequentato, fra gli altri da Verlaine, Rimbaud e Mallarmé, i cosiddetti “poeti maledetti” esponenti del movimento letterario del Decadentismo, che lì amavano incontrarsi, consumando insieme la “Fata verde”, ovvero l’assenzio.
Anche Oscar Wilde, James Joyce ed Hemingway, durante i loro più o meno lunghi soggiorni nella capitale francese furono ospiti del noto caffè, come del resto André Breton, poeta, saggista e critico d’arte, teorico del Surrealismo, che vi si riuniva con i suoi seguaci.

Les-Deux-Magots-parigi-6-libertaearte

A partire dal 1933 viene istituito il Premio Letterario “Deux Magots” ed al Caffè omonimo viene riconosciuta la sua vocazione culturale.

les-deux-magots-10-libertaearte

L’antico locale nella Piazza di Saint-Germain-des-Prés – Foto d’epoca

Ed è proprio lì che Picasso, nel 1936 ritrova, seduta sola ad un tavolino, Dora Maar fotografa rinomata, poetessa e pittrice francese di origine croata; i due si erano già conosciuti tempo prima ma questa seconda occasione sarà l’inizio di una lunga e tormentata relazione durante la quale la fotografa diventa la musa privata dell’artista che la ritrae in numerosissimi dipinti.

Pablo_Picasso_Ritratto_di_Dora_Maar-libertaearte

Pablo Picasso – Ritratto di Dora Maar, 1939

pablo_picasso_ritratto_di_dora_in_giardino-libertaearte

Pablo Picasso – Ritratto di Dora in giardino, 1938

picasso-ritratto-di-dora-maar-2-libertaearte

Pablo Picasso – Ritratto di Dora Maar, 1937 – Olio su tela – 92×65 – Musée National Picasso, Parigi

picasso-dora-maar-con-gatto-libertaearte

Pablo Picasso- Dora Maar con gatto, 1941

Dopo la seconda guerra mondiale, il quartiere di Saint-Germain-des-Prés diventa il fulcro della vita intellettuale e culturale della città.
Siamo in pieno Surrealismo e di quell’Esistenzialismo rappresentato da Jean-Paul Sartre e Simone de Beauvoir; Les Deux Magots, nella piazza centrale del quartiere è il loro luogo d’incontro per parlare, scrivere, scambiarsi idee e discutere con altri filosofi, scrittori, poeti, ma anche musicisti, come la cantante Juliette Gréco o cineasti come François Truffaut.

noemi-martin-Les-Deux-Magots-libertaearte

Noemi Martin – Les Deux Magots

John-Coatsworth-les-deux-magots-libertaearte

John-Coatsworth – Les Deux Magots – 33×23

Les-Deux-Magots-parigi-2-libertaearte

Oggi Les Deux Magots è considerato uno dei più antichi e storici caffè di Parigi, mantenendo il suo stile elegante e raffinato che l’ha sempre contraddistinto; i due Magots continuano ad osservare il grande salone dall’alto e anche se non come ai tempi di Sartre e di Simone de Beauvoir, il locale attira ancora personalità del mondo della letteratura, della politica, giornalisti e turisti provenienti da tutte le nazioni.

LeA

Les-Deux-Magots-parigi-5-libertaearte

Les-Deux-Magots-parigi-3-libertaearte

les-deux-magots-parigi-mostra-john-lester-libertaearte

Mostra del pittore John Lester a Les Deux Magots

Fonti: 
it.wikipedia.org 
lesdeuxmagots.fr 
effettoarte.com
Foto reperite nel web
In copertina: Les Deux Magots, 2006 di Daniel Van's – 22,5x30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *