Articoli / Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Ho da poco riletto la poesia “Se”scritta nel 1895 dallo scrittore e poeta britannico Joseph Rudyard Kipling e ancora una volta vi ho chiaramente scorto il ritratto di Martin Luther King, leader americano nella difesa dei diritti civili, grande Uomo e premio Nobel per la pace nel 1964.

Quindi, anche se non ricorre l’anniversario della sua nascita, né della sua morte ci tengo a dedicargli questi versi, in un momento in cui l’odio razziale negli Stati Uniti si fa ancora fortemente sentire.

Martin_Luther_King_-_March_on_Washington-www.libertaearte.com

Martin Luther King nel 1963 a Washington al Lincoln Memorial durante la marcia per il lavoro e la libertà. Discorso in cui pronunciò le famose parole: “I HAVE A DREAM”

LeA

SE
Se riesci a conservare il controllo quando tutti
Intorno a te lo perdono e te ne fanno una colpa;
Se riesci ad avere fiducia in te quando tutti
Ne dubitano, ma anche a tener conto del dubbio;
Se riesci ad aspettare e a non stancarti di aspettare,
O se mentono a tuo riguardo, a non ricambiare in menzogne,
O se ti odiano, a non lasciarti prendere dall’odio,
e tuttavia a non sembrare troppo buono e a non parlare troppo saggio:
Se riesci a sognare e a non fare del sogno il tuo padrone;
Se riesci a pensare e a non fare del pensiero il tuo scopo;
Se riesci a far fronte al Trionfo e alla Rovina
e trattare allo stesso modo quei due impostori;
Se riesci a sopportare di udire la verità che hai detto
Distorta da furfanti per abbindolare gli sciocchi,
O a contemplare le cose cui hai dedicato la vita infrante,
E piegarti a ricostruirle con arnesi logori.
Se riesci a fare un mucchio di tutte le tue vincite
E rischiarle in un colpo solo a testa e croce,
E perdere e ricominciare di nuovo dal principio
E non fiatare una parola sulla perdita;
Se riesci a costringere cuore, tendini e nervi
A servire al tuo scopo quando sono da tempo sfiniti,
E a tenere duro quando in te non resta altro
Tranne la Volontà che dice loro: “Tieni duro!”
Se riesci a parlare con la folla e a conservarti retto,
E a camminare coi Re senza perdere il contatto con la gente,
Se non riesce a ferirti il nemico né l’amico più caro,
Se tutti contano per te, ma nessuno troppo;
Se riesci a occupare il minuto inesorabile
Dando valore a ogni istante che passa,
Tua è la terra e tutto ciò che è in essa….
E – quel che è più – sei un Uomo, figlio mio!

Lyndon_Johnson_and_Martin_Luther_King,_Jr._-_Voting_Rights_Act-www.libertaearte.com

Martin Luther King col Presidente Lyndon B. Johnson nel 1965, al momento della firma del Voting Rights Act, legge che dette il diritto di voto ai cittadini americani di colore.

martin-luther-king-jr-www.libertaearte.com

Foto in copertina: The Martin Luther King Jr. Memorial, Washington D.C.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *