Articoli / Attualità - Arte- Informazione - Cultura

Dalla Manifestazione Paratissima in corso a Torino, senza tanti giri di parole, vorrei proporvi quattro fra i tanti Artisti presenti, con le loro opere ed i significati espressi direttamente dagli autori.

Loredana Zucca, post-impressionista moderna, di Torino utilizza tecniche miste: colori ad olio, acrilici, acquerelli, carboncino e matite acquerellate per dare forma a soggetti, atmosfere, forme e sensazioni diverse che provengono tutte direttamente dai sogni che realmente fa e ricorda minuziosamente.

paratissima-loredana-zucca-visione-onirica-libertaearte

Visione onirica

Angela Betta Casale, di Torino cerca di raffigurare un mondo in bilico tra realtà e fantasia, poesia e mito. Con oli, stucchi, resine, tessuti, lacche e pigmenti crea un mondo nuovo con elementi di congiunzione tra un classicismo rinascimentale ed un poetico contemporaneo.

paratissima-angela-betta-casale-urlo-di-pietra-libertaearte

Urlo di Pietra

Simone Benedetto, scultore torinese con quest’uomo immortalato nel momento dello sforzo per trarre la sua barca a riva, affronta un tema cruciale, pone un quesito, lasciando però la risposta in sospeso: l’Individuo verrà trascinato a fondo dalla barca o sarà in grado di riportarla a riva ? Questioni irrisolte come il tentativo di recuperare una Società che lentamente è destinata ad affondare o come la tratta dei migranti, talvolta salvati, talvolta trascinati via dal mare, riportati a riva, oppure rifiutati.

paratissima-simone-benedetto-6-libertaearte

Sono sculture in vari materiali fra cui, in particolare la resina, di forte impatto visivo ed emotivo, come la bambina che riporta ancora al tema dei migranti o il bambino che “fagocita” personaggi televisivi e dei video giochi.

Sofia Battisti, di Padova con tecniche miste, colori pastello, dolci ma mai stucchevoli o leziosi, con un tratto moderno, lineare e pulito crea mondi fiabeschi, incantati dove la natura e gli animali sono i protagonisti.

LeA


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *