Articoli / Attualità - Arte- Informazione - Cultura

La Happy House si trova in Germania, a Braunschweig o Brunswick, città della Bassa Sassonia a circa settanta chilometri da Hannover.

L’idea è scaturita dalla mente creativa dell’artista pop newyorkese James Rizzi che nel 2001 ha dato vita al suo progetto, in collaborazione con il gallerista Olaf Jaschke e l’architetto Konrad Kloster.

Si tratta di un edificio di cinque piani e di quella che era un’antica dimora ducale, lasciata in stato di abbandono e recuperata.

Happy_Rizzi_House_pop-art-architettura-contemporanea-www.libertaearte.com

La “Casa felice” sorge nell’antico quartiere centrale di Magniviertel e benchè i primi tempi sia stata osteggiata in quanto in netto contrasto con l’architettura del luogo, oggi è diventato il simbolo della città, armoniosamente integrato e visitato da numerosi turisti.
Purtroppo la si può ammirare solo dall’esterno perché i locali interni sono occupati da uffici, tranne un’area adibita a ristorante.

Tuttavia, è una struttura molto originale e divertente che vale la pena di vedere, soprattutto se si hanno dei bambini o se si è appassionati di fotografia.

Gioco e allegria caratterizzano questo eccentrico complesso architettonico che riunisce la Pop art, i graffiti e i cartoon con tanti cuori, fiori, sorrisi e simboli dipinti sulle facciate e poi stelle, nuvole, occhi e ancora cuori in rilievo, direttamente applicati sugli edifici.

L’interno riprende lo stesso stile colorato e luminosissimo dove, al posto di uffici, personalmente ci vedrei bene un grande asilo, un centro per bambini o un museo d’Arte contemporanea.

Vorrei spendere due parole sull’autore perché, pur se riconosciuto come uno dei pilastri della pop art mondiale, non si parla molto di lui.
James Rizzi (di padre italiano) nasce a New York nel 1950 e vi muore prematuramente nel 2011.
Dopo gli studi alle Belle Arti in Florida, riscuote un enorme successo grazie all’invenzione della grafica in 3D e alle sue grandi stampe di paesaggi urbani in stile cartoon, sempre molto allegri e colorati, caratteristica diventata un suo personale segno di riconoscimento a livello internazionale.

james rizzi-bolledicristalloblogspotit

Oltre ad aver collaborato, negli anni ’90, con alcune Società come la Lufthansa, la Condor e la Volkswagen per decorare aerei e auto (il maggiolone), egli è stato l’artista ufficiale dei Giochi Olimpici di Atlanta, del Montreux Jazz Festival e della Coppa del Mondo di calcio in Francia.

James Rizzi-Rizzi-Beetle-pop-art-www.libertaearte.com

LeA


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *