Articoli / Attualità - Arte- Informazione - Cultura

UN’ OSPEDALE BOMBARDATO E DISTRUTTO ! MORTI, FERITI, ANCORA !!
SENZA TREGUA, POVERO AFGHANISTAN MARTORIATO !

Russi, Mujaheddin, Talebani, Americani, Forze della Coalizione….bombe, morti, bombe, mutilati, orfani, vedove, disperazione che non finisce più dal lontano 1979 !

Mi sono interessata e “affezionata” a questo Paese dopo aver letto i tre romanzi di Khaled Hosseini: “Cacciatore d’aquiloni”, “Mille splendidi soli”, “E l’eco rispose”.

Hosseini è nato a Kabul, ma vive con la famiglia negli Stati Uniti. I suoi romanzi parlano e descrivano questa Patria torturata in maniera realistica ma con amore e dolcezza.

I suoi libri sono belli e coinvolgenti; le sensazioni vissute leggendoli non evaporano in qualche giorno, la nostalgia si appiccica addosso, la voglia di ritrovare le sue atmosfere e i suoi racconti rimane…..fino a quando non ne scriverà un altro.

Purtroppo l’Afghanistan non è martoriato solo da guerre e invasioni ma anche da se stesso, da mentalità, usi e costumi colmi di pregiudizi e di ingiustizie sociali, morali e politiche.

A farne le spese soprattutto donne e bambine. Hosseini ne parla a lungo attraverso le protagoniste dei suoi romanzi e, in “Mille splendidi soli” si capisce quanto le donne siano divise fra l’essere ancora subordinate, assoggettate, rassegnate al loro stato e trovare invece la forza, i mezzi e il coraggio per ribellarsi e garantirsi istruzione, emancipazione e diritti.

LeA

Passaggio tratto da “Mille splendidi soli” di K. Hosseini.

“…Mariam fissava i mulinelli di neve che turbinavano fuori dalla finestra. Una volta Nana le aveva detto che ogni fiocco di neve era il sospiro di una donna infelice da qualche parte nel mondo. Che tutti i sospiri che si elevavano al cielo si raccoglievano a formare le nubi, e poi si spezzavano in minuti frantumi, cadendo silenziosamente sulla gente. “A ricordo di come soffrono le donne come noi” aveva detto. “Di come sopportiamo in silenzio tutto ciò che ci cade addosso”."

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *